Manutenzione stradale invernale di emergenza

“RIPARAZIONE PERMANENTE di BUCHE ed ASFALTI AMMALORATI”

RODECO Group, da sempre all’avanguardia per quanto riguarda le tecnologie di manutenzione delle pavimentazioni stradali e aeroportuali, si avvale da diversi anni di prodotti e macchinari che permettono di risparmiare sul costo complessivo di manutenzione.
Tra queste tecnologie a disposizione, RODECO – NUPHALT e Tappabuche ASPHALT PATCHER ricoprono un ruolo fondamentale nell’ambito della manutenzione di emergenza.

RODECO – NUPHALT

Una rivoluzione per il pronto intervento delle buche Ricicla il 100% della pavimentazione esistente. Nessuna fresatura e nessun materiale di risulta


La tecnologia RODECO – NUPHALT consiste nella riqualifica a caldo della pavimentazione tramite creazione di rappezzi sulle parti maggiormente ammalorate, ove sono presenti ad esempio buche, sfondamenti o fessure reticolari. Tali rappezzi vengono realizzati riciclando il materiale esistente, riscaldato tramite dei bruciatori a gas montati nella parte inferiore dello strumento, con l’aggiunta di
speciali prodotti rigeneranti e, in quantità minima, di conglomerato bituminoso, mantenuto caldo all’interno della macchina.
La caratteristica fondamentale dell’intervento RODECO – NUPHALT sta nel giunto caldo tra la vecchia pavimentazione e l’area di intervento, giunto che garantisce la totale compatibilità fra la vecchia pavimentazione e il nuovo rappezzo.
Sono visibili sul canale YouTube alcuni filmati per la dimostrazione delle singole fasi delle lavorazioni

Buche asfalti
Buche sulle strade? mai più
BUCHE BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!
TAPPABUCHE ASPHALT PATCHER
TAPPABUCHE ASPHALT PATCHER

La tecnologia “Tappabuche RA60
ASPHALT-PATCHER” consente di risolvere i problemi di manutenzione stradale ordinaria (buche, deformazioni stradali, ecc.) con interventi rapidi effettuati con sistemi automatici e semiautomatici e con l’impiego di emulsioni ad alta qualità, in grado di garantire un’elevatissima durabilità dell’intervento.
La lavorazione prevede la pulizia della zona da riparare con aria ad alta pressione, la stesa di una mano
d’attacco di emulsione bituminosa e infine la distribuzione uniforme di graniglia miscelata con emulsione
nell’ordine del 10-12 % di legante.